........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 
YouTube player

responsabilità civile – Verbania Notizie #adessonews

“È un momento che viviamo tutti con grande partecipazione emotiva, attendevamo questa giornata da tempo e vogliamo viverla nel senso più corretto del suo significato: da una parte gioire per la fine dell’emergenza, dall’altra non pensare che il Covid sia stato cancellato dalla nostra vita per decreto”. Di seguito la nota di Regione Piemonte. Con un avviso pubblico il Comune di Verbania intima a a tutti i proprietari di alberi, arbusti, rampicanti etc.., confinanti con strade regionali, provinciali, comunali, di procedere al taglio, pena le previste sanzioni. Sono 28.837 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate oggi all’Unità di Crisi della Regione Piemonte (dato delle ore 18). Ricorre oggi il 207° annuale di fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Anche quest’anno le misure di contenimento della pandemia non hanno consentito di celebrare l’evento con la solennità del passato, ma si è preferita una simbolica cerimonia che si è svolta, a Roma, all’interno della Caserma intitolata al Cap. De Tommaso, sede della Legione Allievi Carabinieri, alla quale ha preso parte un ridotto numero di Autorità. Educare e non punire. Concluso il progetto educativo e formativo del Comune di Verbania, rivolto a sedici ragazzi minorenni, alternativo al pagamento della contravvenzione per il mancato rispetto delle norme anticovid. Mottarone: si faccia la massima chiarezza sull’incidente. Necessaria una attività di manutenzione straordinaria sugli impianti che sia condizione imprescindibile per la riapertura. Riportiamo la relazione trasmessa alla V Commissione del Consiglio Regionale Piemontese “Tutela dell’ambiente e impatto ambientale; risorse idriche; inquinamento; scarichi industriali e smaltimento rifiuti; sistemazione idrogeologica; protezione civile; parchi ed aree protette” Lunedì in Piemonte la campanella suonerà anche per gli studenti delle superiori che tornano a scuola in presenza al 50% come previsto dal Comitato Tecnico Scientifico nazionale e dal Governo. Il presidente del Consiglio piemontese, Stefano Allasia, chiede al Presidente Mattarella il conferimento della Medaglia d’Oro al valor civile. ai sanitari, farmacisti e ai volontari italiani, che stanno combattendo in prima linea l’emergenza Covid-19. Oggi pomeriggio l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, è di 1.180 (159 in più di ieri). “La vita in una piccola comunità al tempo del Coronavirus! L’orgoglio di un sindaco…”. Riceviamo e pubblichiamo una riflessione su come scorre la vita in una piccola comunità al tempo del Coronavirus, da Augusto Quaretta, Sindaco di Quarna Sopra. Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento Difesa del Cittadino, riguardante la vicenda Veneto Banca. Si interverrà sul Lago d’Orta e il suo ecosistema a Orta San Giulio (NO), sul Sacro Monte di Crea a Serralunga di Crea (AL) e sull’Alpe Devero (VCO). Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento Difesa del Cittadino Verbania, riguardante la cosiddetta vicenda della “Truffa dei diamanti”. Il Centro Servizi per il Territorio invita associazioni, cittadini e imprese all’incontro “Spreco poco…spreco bene” sul tema dell’antispreco che si terrà venerdì 4 ottobre dalle 9.30 alle 12.30 nella sede di Verbania, in via Vittorio Veneto 135. Evento calamitoso del 12 agosto: necessaria la verifica della stabilità dei manti di copertura degli edifici privati e delle alberature delle aree verdi di pertinenza. Venerdì 3 maggio 2019, alle ore 20:00, torna il Giro delle Contrade, in occasione dei festeggiamenti di San Vittore. Al settimo convegno giuridico, promosso da Anaci (Associazione Nazionale Amministratori Condominiali ed Immobiliari), che si è svolto l’8 marzo 2019 a Baveno, con la collaborazione dell’Ordine degli Avvocati della provincia di Verbania, è stato affrontato il tema dei rapporti di debito e di credito nei condomini Riceviamo e pubblichiamo, due comunicati dei docenti e degli studenti dell’Istituto Maggia, in merito alla costruzione del nuovo Istituto e la contrarietà alla scelta nell’area cosiddetta “Campetti”. Sabato 22 dicembre 2018, alle ore 15 a Villa Olimpia a Verbania, si inaugura la mostra fotografica “Il colore del riscatto”, realizzata dai detenuti della Casa Circondariale di Verbania. Re: Trasversale
Ciao lupusinfabula …il mio richiamo all’ordine e disciplina non voleva essere un richiamo al passato. Mi riferivo e riferisco alla necessità che ci sia, in ambito pubblico, il rispetto delle libertà altrui. Come detto in conclusione alla mia precedente: la mia libertà finisce dove inizia la tua…… A casa propria, ognuno faccia quello che vuole ma quando si tratta di condivisione pubblica le regole devono essere rispettate o fatte rispettare. Regole che, per altro, ci sono ma spesso vengono disattese proprio per il troppo buonismo che ci hanno imposto dall’alto. Politicamente ed eticamente corretti al punto tale da mettere in discussione la convivenza civile di un’intera nazione. A questo gioco del “vulemose bene” partecipano tutti: politici/dirigenti/comparto. Le mosche bianche ci sono ma la maggior parte si è adattata al mutamento. Mutamento che consente anche di lavorare meno e avere meno “sbattimenti” (vd. responsabilità). Alegher Quesiti
Per quanto mi riguarda la custodia cautelare in carcere è fin troppo blanda e per lo più sostituita con i comodi arresti domiciliari (c’è gente a cui hanno dato i domiciliari su una panchina e quando qualcuno non li rispetta per lo più viene semplicemente riportato a casa) quando non con altre frivolezze (obbligo di presentazione alla polizia, obbligo di firma, divieto di abitare o recarsi in un certo luogo ed altre amenità) soprattutto quando ci si trova di fronte alla flagranza ( o quasi flagranza) di reato, si veda il recente episodio dei due tedeschi ubriachi che sul lago di Garda hanno speronato col motoscafo una barca uccidendo due persone e non si è potuto trattenerli neppure per un giorno;se passasse una norma simile equivarrebbe, oggi come oggi, a spalancare le porte del carcere ad un’infinità di malviventi soprattutto extracom; per quanto riguarda la Legge Severino mi limiterei ai soli reati “colposi”, o quelli attinenti la libertà di pensiero e/o di parola: se devi avere la fedina penale o il certificato carichi pendenti con scritto “nulla”per divenire un qualsiasi dipendente pubblico, non vedo perchè la stessa norma non debba valere per politici ed amministratori. per quanto attiene la responsabilità civile dei giudici ( a meno che non ci sitrovi di fronte ad un palese uso strumentale del giudizio) vedo un forte rischio che molti di loro sarebbero restii a condannare per la paura di dover rispondere di persona con le proprie finanze; è un rischio che preferirei non correre. Sulle modalità di elezione dei mebri del CSM sono invece d’accordo Sulla divisione di carriera tra PM e Magistratura Giudicante più sopra ho già espresso i miei dubbi. Re: By pass e ipocrisia
Ciao renato brignone se non ricordo male si parlava di responsabilità civile, non penale. Per il resto, concordo con la visone bipartisan. Re: Scudo penale medici vaccinatori
Ciao sogni510 e pensare che in prima battuta erano proprio le case farmaceutiche ad aver azzardato una simile richiesta….. Mi sembra di rivedere la classica storia della responsabilità civile dei magistrati! Qualche altro dato
E siccome è meglio ungere dove si può ungere per evitare i costi non indifferenti dei risarcimenti, i produttori hanno pensato che forse è meglio che questi vengano pagati dai cittadini attraverso lo Stato. Dalla sentenza della corte suprema Usa anno 2011. “Most importantly, the Act eliminates manufacturer liabilityfor a vaccine’s unavoidable, adverse side effects.” Con traduttore automatico: “Ancora più importante, la legge elimina la responsabilità del produttore per gli inevitabili effetti collaterali negativi di un vaccino”. “…the Act expressly eliminates liability for a vaccine’s unavoidable, adverse side effects: “No vaccine manufacturer shall be liable in a civil ac-tion for damages arising from a vaccine-related injuryor death associated with the administration of a vac-cine after October 1, 1988, if the injury or death re-sulted from side effects that were unavoidable even though the vaccine was properly prepared and was ac-companied by proper directions and warnings” Con traduttore automatico: “…la legge elimina espressamente la responsabilità degli inevitabili effetti collaterali negativi di un vaccino: “Nessun produttore di vaccini è responsabile in un’azione civile per i danni derivanti da un infortunio correlato al vaccino o decesso associato alla somministrazione di un vaccino dopo il 1 ottobre, 1988, se l’infortunio o la morte provocavano effetti collaterali che erano inevitabili anche se il vaccino era adeguatamente preparato ed era accompagnato da istruzioni e avvertenze adeguate.” https://www.supremecourt.gov/opinions/10pdf/09-152.pdf Si dicono in sostanza 3 cose: 1- i vaccini possono avere effetti collaterali negativi inevitabili (compresa la morte) anche se adeguatamente preparati; 2- i produttori dei vaccini non sono più responsabili in caso di azioni civili; 3- la conseguenza è che queste ultime nell’eventualità le si fa allo stato. Identica cosa vale per l’Italia, Legge 210/1992. “Chiunque abbia riportato, a causa di vaccinazioni obbligatorie per legge o per ordinanza di una autorità sanitaria italiana, lesioni o infermità, dalle quali sia derivata una menomazione permanente della integrità psico-fisica, ha diritto ad un indennizzo da parte dello Stato”. Ma ritorno all’iniziativa illustrata dal Dott Arturo Lincio, rinnovo le 2 domande poste nel mio messaggio precedente: 1- cosa avverrebbe agli operatori del settore sanitario e gli over 65 in caso di rifiuto? 2- l’ordine dei medici e il Dott Arturo Lincio e tutte le “cabine di regia” annesse e connesse, e i medici che effettueranno le vaccinazioni, sono disposti a garantire con una loro firmetta che risponderanno personalmente per tutte le vaccinazioni che si effettueranno da ora in avanti? Sono domande semplici, anche se non otterranno risposte è sempre meglio che vengano scritte, di modo che ognuno tragga le conseguenze che vuole e inoltre che ne rimanga traccia. Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Facciamo una colletta
Ciao SINISTRO Sei di coccio! Centra eccome, paghi la professionalità del notaio che non si limita ad un banale copia ed incolla su un file word che potrebbe fare anche un bambino di 13 anni in 3 minuti (che è quello che a te sembra) ma la competenza nel sapere quali siano le parti corrette da copiare che ha acquisito in 15 anni di studio e soprattutto la responsabilità penale e civile illimitata legata all’atto Re: Facciamo una colletta
Ciao paolino Come al solito capisci quello che vuoi o forse non ci arrivi, ci sono abituato, Per iniziare a fare il notaio devi studiare fino ai 30 anni circa, poi se hai il grano puoi rilevare uno studio attivo di qualche notaio che sta andando in pensione (e non ti costa 2 lire e questo costo lo devi recuperare) oppure parti da zero, metti la tua bella targa sul portone e aspetti. Scoprirai che devi continuare ad investire per almeno altri 5 anni dove avrai un esborso non indifferente. Ciò detto a 35 anni inizierai ad andare in nero. Passiamo alle parcelle: ho in mano una parcella da 8.000 euro di cui 6.500 di tasse. Il rimanente è il compenso del notaio di cui 300 di IVA. Rimangono 1.200 euro, togli spese studio, personale, assicurazione ecc ecc e ti rimane diciamo 750 lordi che poi saranno tassati. Rimangono 500 euro. Ecco per una casa dal valore di 100.000 euro e una parcella di 8.000, il notaio guadagna 500 euro. Il quale mi dà totale garanzia sull’atto con responsabilità civile illimitata nonché penale. Forse non sono i soldi del notaio a pesarmi ma i 6.500 euro di tasse. Se poi speriamo che comprando 2 marche da bollo da 16 euro, un qualsiasi funzionario statale possa sostituire il ruolo del notaio e risparmiare 7.968 euro siamo veramente su un altro pianeta. Re: Re: Re: Re: Re: Bene!
Ciao robi un ragionamento un pò azzardato se non lo contestualizzi. Tral’altro, se dovessimo trovare un episodio simile, la sentenza del porto Palatucci fa al caso nostro: ci fu un’ordinanza che però non fu nè rispettata nè fatta rispettare, Il comune, in solido con il gestore, fu condannato al risarcimento danni in sede civile. Non ci fu sede penale poichè nessuno si fece male. Diciamo che più o meno è la stessa cosa: Albertella e la sua giunta emanarono un’ordinanza che, per negligenza – così sostiene l’accusa, non fecero rispettare. Tra l’altro quando si tratta di incolumità delle persone, le amministrazioni pubbliche hanno il diritto/dovere di intervenire in luogo di altri. Poi sappiamo tutti che le cose non sono così semplici e le responsabilità nemmeno così chiare, L’avviso di garanzia è però un dato, credo tutto politico: tra l’altro, siamo onesti, fosse stata a parti inverse la stessa accusa sarebbe stata rivolta al Sindaco uscente. Concordo comunque che la valutazione si fa sui programmi, anche se le persone a livello locale contano. E sul programma, le persone che ambiscono a guidare la città, non possono che averne uno quasi interamente sovrapposto. Ci vediamo nell’altra finestra per parlare di azioni programmatiche. Saluti AleB PS: concludo il post precedente troncato per max caratteri. “[..] senza toccare nulla di concreto”. Re: Re: Re: Re: Re: SEMPLICE….
Ciao SINISTRO In Italia purtroppo è la magistratura il potere forte. Direi che è il contrario di quanto dici. Sono gli altri poteri che cercano di fungere da ago della bilancia di un potere giudiziario che sta gradatamente allargandosi laddove legge e costituzione non prevedono. Dove si trova un’altro paese dove la riforma della giustizia che è nelle competenze di governo e parlamento viene ostacolata dal potere giudiziario? Perché non facciamo una cosa che incredibile a dirsi vuole l’Europa, ovvero separazione delle carriere e responsabilità civile? Cosa si vuole difendere ad ogni costo? L’autonomia legittima o lo strapotere? Allora a questo punto i giudici dovrebbero essere eletti o nominati come in usa. Allora vediamo se agiscono davvero in nome del popolo italiano o in nome del loro potere. Pietro Calamandrei che era un padre della Repubblica e socialista diceva testuale: “I magistrati sono come maiali. Se ne attacchi uno tutti si ribellano”. Non deve essere vista come un’offesa dato che chi lo ha scritto non è contestabile neppure a sinistra. Ma significa che sono una casta compatta e intoccabile. Se non sei d’accordo parliamone. Ciaooooo Re: Questa è bella
Ciao Giovanni la “proprietà” implica non solo vantaggi che nascono dallo sfruttamento della stessa e il farlo o no è scelta personale ma anche oneri e doveri, il pagamento delle tasse ma sopratutto la responsabilità civile e penale che il proprietario deve assumersi nel caso in cui ci fossero danni a terzi causati anche in forma casuale da una condotta inappropriata del bene. Re: Re: Re: una tisanina
Ciao paolino Certo. Leggi scritte bene sarebbero un grande obiettivo. Assieme ad un sistema di Common law come quello anglosassone in cui le norme le fa la giurisprudenza, la responsabilità civile dei giudici, la separazione delle carriere tra inquirente e giudicante e non obbligatorietà dell’azione penale, come predicava il buon Falcone, sarebbe la rifinita delle riforme.ma qui si parla solo di ferie e età pensionabile delle toghe… Re: “Fufa”…”Governante”
Ciao Massimiliano Gabriele “le responsabilità delle cazzate,compiute,giorno per giorno, facendo scempio di tutte le (POCHE) risorse rimanenti di un PAESE (l’ITALIA),ormai ridotto (GRAZIE a loro!), al collasso civile e al più completo SFASCIO! …” quindi dopo quasi vent’ anni di governi “berlusconi”, di governi che in alcuni casi, con una maggioranza schiacciante, una accozzaglia destrorsa che per venti anni ha governato l’ italia in maniera sconsiderata …… quindi la colpa è della sinistra? p.s. ma rete 4 non era quella rete televisiva per la quale “noi” contribuenti abbiamo dovuto pagare multe salate? http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/06/07/dieci-milioni-di-euro-l%E2%80%99italia-paga-il-conto-di-rete4/256270/ anche questo è colpa della sinistra? “Fufa”…”Governante”
Non c’è NULLA da INDIGNARSI! da questi “atteggiamenti”… SOLO!!! da PRENDERNE ATTO!!!… E…rendersi conto!, di quanto (???) questi 4 “utopisti sinistrorsi”,vista la “mal parata” a cui stanno andando incontro (portando nel loro BARATRO!,tutta un intera NAZIONE), non abbiano nemmeno la (IN)DIGNITA’ di AMMETTERE le responsabilità delle cazzate,compiute,giorno per giorno, facendo scempio di tutte le (POCHE) risorse rimanenti di un PAESE (l’ITALIA),ormai ridotto (GRAZIE a loro!), al collasso civile e al più completo SFASCIO! … x Hans Axel
No Hans , le polizze di responsabilità civile non subiscono maggiorazioni di premio in caso di sinistro, al massimo la compagnia disdice la polizza in essere e ti propone una nuova polizza che ovviamente tu puoi rifiutare e rivolgerti ad altra compagnia , Ciao P:S. Ho voluto commentare l’articolo del 5 stelle esclusivamente per riportare all’attenzione delle opposizioni un fatto che purtroppo troppo in fretta hanno dimenticato . Ci sarà pure un responsabile che ha sbagliato ! Vogliamo sapere , abbiamo il diritto di sapere . Altrimenti cosa ci stanno a fare le opposizioni in consiglio comunale Assicurazioni
Cosa non è chiaro di questo passaggio sulla sentenza del porto? *** Entrambe le parti citate hanno chiamato in causa le proprie assicurazioni. Il giudice ha riconosciuto che quella del Comune, anche se non specifica per l’evento (era la polizza generale di responsabilità civile) dovrà garantire la somma oltre la franchigia di 15.000 euro. Quella del gestore è stata esentata perché non avendo la società comunicato la pericolosità del porto ha fatto scattare una clausola specifica. La sentenza è di primo grado, esecutiva, e le parti hanno facoltà di impugnarla. ** La cittadinanza ha avuto un danno economico? Sì, 15k di franchigia + spese legali e peritali. Il resto lo paga l’assicurazione RC comunale, a fronte di regresso. Quindi, o si riportano le cifre corrette, o si fa demagogia spiccia! Saluti AleB Re: Il Responsabile?
Ciao cesare Dal sito del M5S 14 luglio 2014: abbiamo discusso in consiglio comunale una mozione per l’accertamento delle responsabilità dopo il disastro che ha visto il collasso del porto Palatucci, un atto dovuto sia per il costo dell’opera, circa 5 milioni di euro, sia per l’ambiguità dell’Ordinanza che avrebbe dovuto garantire lo sgombero del porto, sia per le numerose richieste di risarcimento danni, che come intuibile, tenderanno a batter cassa sull’ente. Siamo stati criticati, da chi con lo slogan del “ FARE”, non vuole perdere tempo. Purtroppo, le nostre perplessità non sono motivate da propaganda politica, ma da responsabilità rispetto ai cittadini che rappresentiamo. Infatti stanno piovendo richieste di risarcimento danni a raffica, quelle da noi visionate superano i 700.000€ e dalla data del disastro l’assicurazione relativa alla responsabilità civile del comune di Verbania è aumentata drasticamente. Il Sindaco in una sua nota ha giudicato la nostra utile attività di controllori come “solite polemiche pelose”, ma volente o nolente dovrà continuare a fare i conti con il nostro lavoro, perché come appena illustrato sopra, ogni argomento prima di ogni polemica è stato portato in consiglio, e la maggioranza ha sempre votato contro. http://www.verbania5stelle.it/2015/01/spiagge-cani-e-porti-un-trio-impossibile/ dibattito
Caro Maurilio, trovo molte delle cose che scrivi assolutamente esatte (come la validità giuridica della resa l’8 settembre, le responsabilità di una guerra assurda, l’impreparazione dell’Italia, gli sbagli del regime, la sostanziale ignoranza sul potere enorme degli USA) ma il DIBATTITO – civile ed eventualmente contrapposto – nello studio della Storia è essenziale ed è per questo che occorrono tempo, più voci, spirito di indagine e volontà di ricerca, approfondimenti. Non si tratta di dare “colpe” ma di cercare di capire e interpretare il perchè dei fatti e questo vale dall’archeologia alla storia contemporanea. Mi spiace dover notare che spesso – soprattutto localmente – su fatti recenti non si voglia discutere o lo si faccia a senso unico. A 70 anni dalla guerra civile nessuno deve offendersi (o ricordare dei caduti comunque innocenti come i passeggeri del “Genova”) Ciò detto se non l’hai letta e ti interessa mandami (vale anche per eventuali altri lettori) un cenno a marco.zacchera@libero.it e ti mando la mia ricerca sulla nascita della Repubblica dell’Ossola. Re: realtà storiche
Caro Marco Zacchera continui a fare esempi assolutamente corretti, ma che non partono dal presupposto giusto! Chiaramente, la storia non si fa con “se” e con i “ma”, così come la guerra non è mai ne bella e ne nobile. Chissà quanti civili sono morti nelle recenti partecipazioni italiane il Libia, Afghanistan, Iraq,…senza che se ne parli, o semplicemente, se ne sappia qualche cosa. Ma questa è la guerra, se decidi di mandare aerei, navi e uomini armati, in un territorio ostile, qualcuno muore! Per questo, non dobbiamo limitarci a discutere dei singoli eventi, troveremo sempre angolature diverse, che potrebbero o meno, giustificare i fatti. Ma proviamo a rispondere, in modo assolutamente “onesto” e libero da qualsiasi preconcetto, alla domanda chiave: “anche se non approviamo come si sono sviluppati gli eventi (15 luglio, 8 settembre, fuga del re,…) era legittima la scelta di firmare la resa incondizionata?” Ribadisco, resa incondizionata e non armistizio come si tende a farlo passare ancora oggi sui libri di scuola, perché, per la guerra, voluta da chi poi ha voluto continuare l’avventura nella RSI, per l’Italia non avrebbe potuto avere altri sbocchi, noi eravamo il “ventre molle” dell’asse; non a caso, i primi sbarchi alleati avvennero in Italia (10 luglio 1943 in Sicilia, 9 settembre 1943 a Salerno, 22 gennaio 1944 ad Anzio mentre solo il 6 giugno 1944 sbarcarono in Normandia e il 15 agosto 1944 in Costa Azzurra!). Se si ritiene che questa scelta fosse legittima, e non vedo su quali basi si possa pensare che non lo fosse, visto che, banalmente, era il re e non il capo del governo a firmare leggi, dichiarazioni di guerra,… la Repubblica Sociale non avrebbe avuto modo di esistere! Tutto quello che è successo dopo il 23 settembre 1943 (data ufficiale di nascita della RSI) è diretta responsabilità di chi ha voluto questa “avventura”. In questo, c’è un’oggettività evidente di parte “giusta” e parte “sbagliata” (le virgolette sono d’obbligo). Qualcuno potrà obiettare che la RSI è nata per volontà dei tedeschi! Verissimo, ma quanto aiuto ha avuto da parte degli italiani? Quanti italiani, come Mussolini, Borghese, Graziani solo per citare i primi che mi vengono in mente, non hanno “obbedito” al loro legittimo governo e con le loro decisioni hanno fatto si che iniziasse una vera e propria guerra civile? È chiaro che se continuiamo ad inquadrare quegli anni secondo uno schema partigiani “buoni”, nazisti “cattivi” e fascisti “cattivi, ma…” non se ne esce. Se poi cerchiamo di “leggere” e “giustificare” gli eventi in funzione dell’appartenenza attuale (MSI prima, AN poi e ora boh, ma anche PCI prima e boh dopo) si farà ancor più fatica ad uscirne! Ovvio, che in tutto questo, le colpe non sono di quei poveracci che si sono trovati da una parte o dall’altra dello schieramento, senza capire bene il perché o che si sono trovati in mezzo a fatti di guerra, ma di chi li ha portati a questi eventi! In questo contesto, è corretto pensare di ricordare i morti del battello Genova, ma anche del battello Milano affondato in analoghe circostanze a Pallanza e di tutte le altre vittime di questa guerra assurda; ma non come morti per “mano di… in contrapposizione a…”, come si sta cercando di fare, ma perché queste persone, sono vittime di una guerra assurda che si poteva evitare o quantomeno limitare! Saluti Maurilio …la storia la fanno i vincitori…
…la storia la fanno i vincitori, questo vale per tutte le guerra! Che ancora oggi ci sia qualcuno, spero senza secondi fini, che si metta a fare la conta dei morti da una parte e dall’altra mi sembra ridicolo, triste e fuori tempo, sempre che non ci siano secondi fini (lo ribadisco, non si sa mai!)! Detto questo, il concetto di parte sbagliata, che piaccia o no, nasce dal fatto che il legittimo governo italiano, pur tra molti errori, cinismo e viltà, prese una decisione, giusta o sbagliata che fosse. Pochi, decisero di non seguire questa strada, trascinando un paese nella guerra civile. Voler far ricadere la responsabilità dei morti del battello Genova sugli alleati, è un’altro atto di viltà! La responsabilità è di chi si schierò contro il governo legittimo! E’ giusto ricordare i morti, ma questo non deve essere un paravento per non riconoscere le vere responsabilità! Saluti Maurilio Brignone in difficoltà ?
Brignone , e non solo lui , da tempo chiede che si possa discutere della città , di molte decisioni , onerose e non , che determinano scelte di civile convivenza, di prospettiva. Nel caso specifico il nostro gruppo , appreso che un gruppo di ragazzi aveva delle difficoltà nella pratica dello sport a causa di beghe indipendenti da loro, Si é prestato a presentare una semplice interpellanza. Farà piacere sapere che tale interpellanza é stata scritta da un iscritto al PD che con spirito positivo voleva avere risposte su un tema a lui caro e per il quale non riusciva ad ottenerne. Mi sembra , che al di là delle imprecisioni di cui posso assumermi solo la responsabilità per la fiducia riposta in chi materialmente ha scritto l’interpellanza, la questione abbia interesse per tutti, soprattutto vista l’imminenza della stagione agonistica. Se qualcuno ha piacere nello stigmatizzare le inesattezze eventuali, ha pieno titolo per crogiolarvisi, ma il tema della trasparenza e delle modalità con le quali molte scelte vengono prese, resta tutto. Al sottoscritto preme solo che nessun ragazzino paghi per beghe che non gli competono. Faccio presente che le domande (interpellanze) si fanno per avere delucidazioni, capisco che qualcuno possa essere felice del fatto che il sindaco possa finalmente fare la parte della vittima, invito tutti questi soggetti ad essere analogamente “sul pezzo” quando il sindaco non risponde a domande anche più semplici, come ad esempio i conti sul giro d’Italia , che ancora non ha fornito al Consiglio Comunale, per esempio.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.verbanianotizie.it/?q=responsabilit%C3%A0%20civile”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.