........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 
YouTube player

Pogba sequestrato: chiesto un riscatto da 13 milioni #adessonews

Non è di certo un buon momento per Paul Pogba, il centrocampista classe 1993 tornato di recente in Italia alla corte della Juventus dopo la parentesi sfortunata in Inghilterra al Manchester United. Il francese non ha neanche fatto in tempo a rimettere piede a Torino e a debuttare per la seconda volta con la maglia della Vecchia Signora che è arrivato l’infortunio che lo terrà lontano dai campi per diversi mesi, ma i problemi non finiscono di certo qui.

Dopo aver visto la Juventus vincere all’esordio in campionato contro il Sassuolo e aver assistito ai pareggi contro Sampdoria e Roma, il talentuoso calciatore è finito nel mirino del fratello Mathias, che lo ha minacciato e accusato pubblicamente sui social. Una vera e propria faida familiare pronta a prendere il via in casa Pogba, con Paul che è stato avvertito dal fratello maggiore con un video al termine di tensioni via via sempre più crescenti negli ultimi mesi.

Pogba sequestrato, il racconto sconvolgente

Paul, Florentin e Mathias, i tre fratelli Pogba, sembravano unitissimi fino a qualche settimana fa, eppure non è così. Le pesanti parole di Mathias nei confronti del centrocampista della Nazionale transalpina hanno infatti portato l’entourage di legali che curano l’immagine del classe ’93 a correre ai ripari, svelando dei retroscena che non tutti conoscono. Gli avvocati di Paul Pogba, infatti, hanno rivelato che negli ultimi mesi il calciatore è stato vittima di minacce ed estorsioni da parte di una banda organizzata.

Secondo le rivelazioni di France Info, che cita fonti di polizia francesi, a fine marzo Pogba si era recato a Lagny-sur-Marne a trovare la famiglia e lì sarebbe stato sequestrato da alcuni amici in un appartamento, nel quale ha trovato anche due uomini incappucciati armati con fucili d’assalto. Secondo quanto raccontato dal calciatore agli inquirenti, la banda gli avrebbe chiesto un riscatto di 13 milioni, a titolo di “pagamento” per i servizi di protezione resi al giocatore da quando aveva 13 anni.

Le minacce e gli incontri con i ricattatori sarebbero poi avvenute anche nei mesi successivi a Manchester e a Torino, dove Pogba avrebbe riconosciuto il fratello Mathias in compagnia degli altri componenti della banda malavitosa appena fuori dal centro di allenamento della Juventus (qui vi abbiamo parlato dei dettagli e delle cifre del ritorno di Pogba in bianconero). Una situazione che ha di certo fatto accrescere le preoccupazioni del centrocampista che sperava, una volta allontanatosi dall’Inghilterra, che il gruppo che lo aveva minacciato non si facesse più vivo.

Le minacce di Mathias Pogba

Le parole e la ricostruzione del team legale di Paul Pogba arrivano a poche ore dalla pubblicazione, da parte di Mathias Pogba, di un video messaggio in quattro versioni (francese, spagnolo, inglese e italiano) nel quale ha puntato il dito contro il fratellino ben più famoso. “I tifosi di mio fratello, della Francia e della Juve, i suoi compagni e i suoi sponsor devono sapere certe cose — recita Mathias — e giudicare se Paul merita il posto in Nazionale e nella Juve” ha detto Mathias Pogba.

“Saranno rivelazioni esplosive su mio fratello e Rafaela Pimenta, suo avvocato, sua amica, considerata oggi la donna più potente del calcio e che Paul chiama la sua seconda madre, come se una non bastasse. Per questo le rivelazioni interesseranno molta gente” ha proseguito nel video messaggio Mathias. Il fratello maggiore di Paul non si è limitato ai video e nelle ore successive è tornato a scrivere su Twitter messaggi intimidatori: “Ho rischiato di morire per colpa tua, mi hai lasciato da solo scappando e pretendi di fare l’innocente. Quando tutto sarà stato raccontato, tutti capiranno che non c’è nessuno al mondo di più codardo, traditore e ipocrita di te”

Mathias Pogba, attaccante classe 1990 svincolato dopo l’esperienza dal Racing Murcia, ha poi chiamato in causa anche Mbappè: “Non ho nulla di negativo contro di te, se parlo è per il tuo bene, tutto è vero. Il marabutto è reale. Mi dispiace per questo fratello, un musulmano che crede profondamente nella stregoneria. Non fa mai bene avere un ipocrita e un traditore accanto”. Un vero e proprio tentativo di fare terra bruciata attorno al fratellino, accusato di non essersi mai preso cura dei familiari anche nei momenti di maggior bisogno.

Chi è Rafaela Pimenta, la nuova agente di Pogba

Tra i nomi interessati dalle rivelazioni choc pronte a essere pubblicate da Mathias Pogba c’è quello di Rafaela Pimenta. Nuova agente di Paul dopo la morte di Mino Raiola, Pimenta è considerata a tutti gli effetti la donna più potente del mondo del calcio che si è messa, di recente, alla guida della galassia dei big dell’agente defunto ad aprile (qui vi abbiamo parlato dell’immenso patrimonio di Mino Raiola).

Braccio destro di Raiola negli ultimi anni, Pimenta è un’avvocatessa brasiliana poliglotta che ha svolto un ruolo fondamentale nella crescita della società One di Montecarlo. Anche se inizialmente lontana dal mondo del calcio, la donna ha comunque avuto merito nell’esplosione del metodo-Raiola che ha permesso al compianto agente di creare l’impero oggi andato in eredità proprio a Pimenta e al cugino Vincenzo Raiola.

Zia Rafa, così soprannominata da Pogba, è infatti stata protagonista nei dettagli contrattuali sottoscritti tra Raiola e le varie società per i suoi assistiti e ha lavorato sulle controparti fino all’ultimo particolare. In poche parole, negli ultimi anni, non c’è stato un Raiola senza Pimenta e una Pimenta senza Raiola. Ora però l’avvocatessa dovrà rimboccarsi le maniche per garantire alla scuderia di talenti della One un futuro roseo nel mondo del pallone. Tra gli assistiti, infatti, oltre Pogba ci sono nomi altisonanti come Haaland, Ibrahimovic (vi abbiamo parlato anche dei dettagli del rinnovo dell’attaccante svedese col Milan), De Ligt, Donnarumma, Matuidi, Verratti, Balotelli, Mazraoui, Lozano e De Vrij, solo per citare i più famosi e ricercati sul mercato.

Resta però ora da capire quali siano le scottanti rivelazioni che Mathias Pogba ha nei confronti di Rafaela Pimenta che, dall’alto della sua esperienza da avvocato, saprà di certo difendersi e tutelare il centrocampista della Juventus già finito più volte nel mirino del fratello maggiore.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://quifinanza.it/sport-economy/pogba-sequestrato-chiesto-riscatto-13-milioni/663346/”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.